Archivio mensile:novembre 2011

Onomastica Pokémon – Ancora!

Buonasera (o dovrei dire già buonanotte?) miei cari lettori e lettrici! Dal momento che il mio poco tempo non mi permette di propinarvi articoli più elaborati ed interessanti, e siccome non voglio lasciarvi senza nulla per troppo tempo, ecco che vi ripropongo un “interessantissimo” articolo sulle curiosità dei nomi di alcuni Pokémon! [Pessima idea scrivere proprio dopo aver tagliato le unghie, fan troppo male i polpastrelli!]

In basso, sotto questa fighissima immagine, troverete i Pokémon di cui vi parlerò nell’articolo. 🙂

POKENAMES2

Elgyem, Jynx, Zweilous, Flygon e Mareep

Bene! Iniziamo con due tra i Pokémon più celebri: Psyduck e la sua evoluzione Golduck.
Sappiamo tutti che Psyduck se colpito ripetutamente in testa riesce a sprigionare un potente potere psichico scaturito dalla sua perenne emicrania, quindi il prefisso Psy- sarebbe più che giusto…ma perchè la sua evoluzione dovrebbe avere la parola Gold- (oro) nel nome?

E se invece il piccolo papero dorato fosse stato destinato a chiamarsi Golduck, per via del suo colore, e la sua evoluzione, con notevoli poteri psichici potenziati, Psyduck? A casa Nintendo America potrebbero aver confuso i nomi! 🙂
Mistero! (che poi mi sono sempre chiesto: “perchè diamine Psyduck e Golduck non sono Acqua/Psico? Mah…)

Volete un’altra prova sul fatto che la Nintendo possa aver mai invertito i nomi di qualche Pokémon? Bene, prendiamo Salamence e Flygon!

Sappiamo tutti la storia strappalacrime delle pre-evoluzioni di Salamence: Bagon, il suo stadio iniziale sogna di volare (to fly in inglese) e così, alla fine, passando per la fase intermedia di Shelgon, riesce a coronare il suo sogno diventando un bellissimo e volantissimo Flygon! Ehm…cioè, un Salamence!

Bagon – Shelgon – Flygon. E se in realtà la forma  finale di Bagon (parlo sempre del nostro dragone azzurro con le ali rosse eh, non sto dicendo che è sbagliata l’evoluzione, ma il nome) avesse dovuto in realtà chiamarsi Flygon?
Riflettiamoci. Tutti e tre i nomi finiscono in -gon (suffisso per la parola dragon – drago) Baby+Dragon, Shell+Dragon e Fly+Dragon. Caz*o, ci sta!

A Flygon (ora parlo dell’ufficiale, forma finale di Trapinch) sarebbe stato bene il nome Salamence, dal momento che viene da salamander (salamandra) e lui direi che ci somiglia proprio ad un delizioso rettile verde! 😉

Passiamo ora ad altri tipi di curiosità più spicciole.

Il nome di Mareep, oltre a far rima con sheep (pecora) è anche anagramma di Ampere, unità di misura dell’intensità della corrente elettrica.

I nomi Elgyem e Beheeyem, i due Pokémon alieni appartenenti alla regione di Unima, altro non sono che lo spelling di due famosi acronimi usati per riferirsi agli extraterrestri: LGM Little Green Man (piccolo uomo verde) e BEM Bug-eyed Monster (mostro con gli occhi da insetto).

Il nome di Jinx è dovuto alla parola inglese jynx, appunto. Un jynx è una persona perseguitata dalla malasorte che arreca danni anche a chi gli sta intorno. Un uccellaccio del malaugurio insomma!
Certo non si capisce il perchè di questa scelta, non mi pare che Jynx sia malevolo! Ma forse ci si voleva riferire al suo attacco Demonbacio, mah!

Dopo l’uno, dos, tres in spagnolo, ecco arrivare i numeri in tedesco! Con la quinta generazione infatti, arrivano Deino, Zweilous e Hydreigon, che contengono nei loro nomi le parole tedesche per uno, due e tre: –ein(s), Zwei– e –drei– rispettivamente! Questa scelta si riferisce al numero delle teste dei tre Pokémon: una per il piccolo Deino, due per Zweilous e ben tre per Hydreigon.

Il nome di Deoxys invece viene fuori dalla parola inglese deoxyribonucleic acid, in italiano acido desossiribonucleico, che altro non è che il DNA.

Il nome Ninetales gioca sulla somiglianza acustica delle parole inglesi tales (storie, racconti) e tails (code) precedute dalla parola Nine- (nove). Ninetales ha infatti nove code e ad ognuna di esse è collegata una leggenda.

Infine il nome Eevee. Possiamo affermare che si tratta della lettura delle prime due lettere della parola evolution (evoluzione): EV. Sappiano tutti infatti che Eevee è famoso per le sue diverse opportunità evolutive.
Il motivo per cui le sue evoluzioni terminino in -eon è duplice:

1) -eon suona coma la fine della parola evolution;

2) [e qui state attenti perchè è tosta] -eon potrebbe venire dalla parola “eone”. E qui cito Wikipedia: “Gli eoni, in molti sistemi gnostici, rappresentano le varie emanazioni del Dio primo, noto anche come l’Uno. Questo primo essere è anch’esso un eone e contiene in se un altro essere. L’essere perfetto, in seguito, concepisce il secondo ed il terzo eone.”
In pratica dal primo eone (Eevee) vengon fuori tre eoni (Vaporeon, Jolteon e Flareon)!

Fico no?

Bene, per stanotte è tutto, vi lascio e vado a letto! Fatemi sapere le vostre opinioni!
Un abbraccio

Greatmickey

Focus on: Glaceon

Salve a tutti! Era da un po’ che non ci sentivamo eh? “Purtroppo” ho avuto una serie di impegni che mi ha tenuto (e continua a tenermi) lontano da questo genere di impegni cibernetici, ma ora che ho trovato un buco di tempo, ne approfitto per propinarvi un nuovo Focus on!

Mi chiedevate di parlare di una delle Eevoluzioni? Vi accontento subito proponendovi un (spero) interessante articolo su Glaceon!

glaceon

Glaceon

Proprio quando i fan non se lo aspettavano più, ad una generazione di distanza da Umbreon ed Espeon, ecco approdare con la Quarta Generazione (quella più succosamente piena di evoluzioni e pre-evoluzioni di Pokémon di generazioni precedenti) due nuove evoluzioni di Eevee (conosciute dai fan come “Eevoluzioni – Eeveeluzioni): Leafeon e Glaceon!
Mentre Leafeon era la tanto attesa e speculata evoluzione d’Erba di Eevee, Glaceon, di tipo Ghiaccio, rappresentò all’epoca una vera e propria novità.
A differenza dei precedenti metodi evolutivi, per far evolvere un Eevee in Glaceon o in Leafeon, bisogna farlo salire di livello nei pressi di Roccia Ghiaccio o Roccia Muschio rispettivamente.
Dal momento che, prima dell’avvento di Nero e Bianco, le due rocce di cui sopra si trovavano solamente nella regione di Sinnoh, è impossibile far evolvere Eevee in Glaceon/Leafeon nei remake di Oro e Argento.

Glaceon è classificato nel Pokédex come il Pokémon Nevefresca per via del fatto che grazie alla sua abilità di ridurre vertiginosamente la sua temperatura corporea, è capace di congelare l’atmosfera circostante, trasformandola in piccoli cristalli di neve. Congelando la sua pelliccia inoltre, analogamente ad un’altra Eevoluzione, Jolteon, può rizzare i singoli peli trasformandoli in veri e propri aghi affilati.

Osservando l’aspetto di questo Pokémon, notiamo che, oltre che per il singolare “copricapo” (simile ad un copricapo da sherpa) che porta sulla fronte, è caratterizzato da forme romboidali.
La tesi più probabile che giustifica questa scelta “geometrica” è probabilmente il richiamo alle forme dei cristalli di ghiaccio, solitamente appuntiti e regolari; con molta fantasia infatti, ponendo il viso di Glaceon come centro, i pendagli blu e le sue lunghe orecchie a punta, potrebbero ricordare appunto la forma classica a fiore di un cristallo di ghiaccio.
I colori che caratterizzano Glaceon sono tutti appartenenti alla scala dei blu, colori freddi quindi, per indicare la sua natura glaciale.

In battaglia Glaceon è anche un buon alleato: con un moveset molto interessante (impara semplicemente salendo di livello mosse come Gelodenti e Bora, e tramite l’uso di MT, Iper-Raggio, Palla Ombra e Gigaimpatto) e l’Attacco Speciale più alto tra tutti i Pokémon di Ghiaccio (sì, più altro di Articuno! Ma uguale a quello di Kyurem) possiamo definire Glaceon davvero un Pokémon d’attacco (al contrario di Leafeon, che ho allenato personalmente e che si è rivelato essere un pollo.)

Il nome di Glaceon viene fuori dall’unione della parola inglese “glacier” (ghiacciaio) più il suffisso -eon, comune a tutte le Eevoluzioni, che altro non è che il nome-prototipo di Eevee.

Nell’anime Glaceon compare veramente poco: a parte qualche cameo nei vari film di Diamante & Perla, fa il suo debutto nella squadra di Vera per qualche episodio. Sappiamo quindi che si tratta dell’Eevee che Vera aveva con se nel viaggio a Kanto.

Prima di concludere, vorrei farvi una domanda: ma come diamine lo pronunciate voi il nome di Glaceon? Per pronunciarlo in maniera corretta bisognerebbe chiamarlo [gleision], ma sarebbe accettabile anche un [glesion] o al limite un italianizzato [glasion]. Ma ahimè, nonostante il mio “essere” linguista, ammetto non senza vergogna che molto spesso mi scappa un tremendo [glaceon]. Ahahaha!

A presto, spero!
GreatMickey