Archivio mensile:agosto 2012

Focus on: Lucario

Buongiorno a tutti carissimi lettori e lettrici! Come procedono queste vacanze estive? Le mie molto bene – ecco perché non scrivo mai nulla qui, sono sempre al mare! 😛 Ogni tanto però mi ricordo del mio caro blog e torno a scrivere degli adorati Pocket Monsters!

L’articolo di oggi è un Focus on che mette sotto i riflettori uno dei Pokémon più amati della Quarta Generazione: Lucario! Ho scelto di parlare di questo Pokémon per via di una “disputa” tra me ed un mio amico sulle origini del suo concept (io ero convinto fosse un coyote, lui un lupo, alla fine si è rivelato essere uno sciacallo -_-“).

Lucario

#448 – Lucario

Lucario, il Pokémon Aura, è stato uno dei primissimi Pokémon della Quarta Generazione a debuttare prima ancora dell’uscita di Pokémon Diamante e Pokémon Perla, i giochi in cui sarebbe stato possibile catturarlo. Insieme a Mime Jr., Weavile, Bonsly e il già precedentemente rivelato Munchlax, Lucario precede la sua Generazione comparendo (come protagonista) nel film “Lucario e il mistero di Mew“. Essendo – fino ad allora – il fandom abituato a Pokémon Leggendari come protagonisti dei film, per un bel po’ di tempo (finché non uscirono Diamante e Perla, rivelando Riolu, la sua forma pre-evoluta) Lucario è stato creduto, appunto, un Leggendario.

Sbirciando sulla pagina di Bulbapedia dedicata a questo Pokémon, ho scoperto che i suoi poteri mistici (controllare l’aura o parlare telepaticamente) sono dovuti alle sue origini divine. Per la creazione di Lucario infatti, quei geniacci di Sugimori e il suo staff si sono ispirati nientedimeno che alla funesta divinità egizia Anubi, il dio col corpo umano e la testa da sciacallo.
Il ruolo di Anubi nella mitologia egizia era quello di giudicare le anime dei defunti prima del passaggio nell’Aldilà, e ciò ricorda molto l’abilità di Lucario di poter vedere l’Aura degli altri esseri viventi e poterne valutare le intenzioni.
Inoltre, sempre Bulbapedia sostiene che Lucario sia in parte ispirato ad un boxer egiziano, e questo spiegherebbe il pattern simile ad una maschera che ha sul volto, e il suo Tipo Lotta.

Anche il suo nome ha origini come dire, spirituali. Il nome Lucario (che è la lettura del nome originale giapponere Rukario) potrebbe essere l’anagramma di Orichalcum (in italiano oricalco) un metallo leggendario – ed ecco spiegato il secondo Tipo di Lucario, Acciaio! – oppure di oracle (oracolo, che in giapponese è orakuru). Tuttavia, alla creazione del suo nome possono aver influito anche le parole lupaster (lo sciacallo egiziano), Cairo, pharaoh (faraone), lykos (lupo in greco) o lucha (lotta in spagnolo).

Come Pokémon i Lucario sono molto fedeli al proprio allenatore, sono fieri e orgogliosi e possiedono un forte senso di giustizia. Dal momento che possiedono poteri che li rendono molto sensibili alle sensazioni altrui, i Lucario preferiscono vivere in solitudine nelle zone montane, e raramente è possibile trovarne di selvatici.

Per quanto riguarda il “reparto mosse”, sebbene Lucario sia un Pokémon in parte di tipo Acciaio, può imparare solamente tre mosse appartenenti a questo tipo: Ferrartigli, Ferrostrido e Cannonflash, delle quali solamente le prime due vengono imparate dal Pokémon senza l’ausilio di una MT. Le altre due mosse di tipo Acciaio che Lucario può apprendere legalmente sono Pugnoscarica (tramite accoppiamento con il solo Hitmonchan) e Ferroscudo (accoppiandosi con altri quattro Pokémon).
Per quanto riguarda il suo tipo primario invece, Lotta, Lucario possiede una vasta gamma di possibilità: è capace, infatti, di utilizzare potenti attacchi come Zuffa e Focalcolpo, senza dimenticare la sua Mossa Personale: Forzasfera.

Forzasfera è senza dubbio l’attacco rappresentativo di Lucario, dal momento che si tratta di un palla d’energia che sprigiona chi è capace di utilizzare la proprio Aura. (Non a caso si lancia come un Kamehameha! :D) Lucario poi, è uno dei soli quattro Pokémon non-leggendari, capaci di utilizzare tale mossa (inizialmente pensata come sua mossa esclusiva).

Nell’anime, sono stati diversi i Lucario che hanno avuto un ruolo centrale negli episodi in cui sono apparsi. Primo di tutti, il Lucario del succitato film, fedele compagno di Sir Aaron e successivamente di Ash. In questo film si evince l’orgoglio e la forza d’animo di questo Pokémon che, salvato secoli prima dal suo allenatore durante una guerra, gli rende giustizia sacrificando allo stesso modo la sua vita per salvare il leggendario Albero dell’Inizio. Un altro esemplare di Lucario comparso nell’anime è quello della Capopalestra di tipo Lotta della regione di Sinnoh, Marzia, che mette ko ben due Pokémon di Ash, prima di perdere contro Buizel (ma si può?!). L’ultimo Lucario apparso nella serie animata (a parte quello presente nel trailer di Pokémon Bianco e Nero 2) è quello di Marisio, allenatore che compare anche nei giochi di Quarta Generazione, al quale, tra le altre cose, è ispirata la figura di Sir Aaron.
Infine, in Diamente, Perla e Platino (ma anche nel suo ritorno in Nero e Bianco) Lucario è uno dei Pokémon della squadra di Camilla, la Campionessa della Lega di Sinnoh, la quale ha anche delle decorazioni nei capelli simili alle protuberanze che penzolano sotto le orecchie di Lucario.

Un ul’tima particolarità di questo Pokémon è che, sebbene risulti come un Pokémon evoluto, la sua forma pre-evoluta, Riolu, non è un Pokémon Base, bensì un Baby Pokémon. Questo farebbe di Lucario un Pokémon Base, tuttavia, così com’è successo per Togepi e Togetic, essendo stati entrambi (Baby ed Evoluzione) introdotti nella stessa Generazione, Lucario risulta come Pokémon di Fase 1.

Per oggi è tutto miei cari lettori e lettrici! Spero che l’articolo vi sia piaciuto! Ci leggiamo nei commenti! 😉
A presto,

Greatmickey

Annunci