Archivio mensile:gennaio 2015

N è uno Zoroark?

Buon pomeriggio, miei cari e pochi (ma buoni!) lettori, e tanti auguri di buon anno! Dopo uno dei miei “N-simi” periodi di assenza, torno a scrivere su questo Pokéblog, dopo essere stato attirato da una teoria riguardante il personaggio di N.
Come avete potuto leggere nel titolo, la teoria in questione prova a dimostrare che N, uno dei personaggi più amati di Pokémon Nero, Pokémon Bianco e i loro rispettivi sequel, sia in realtà nientedimeno che uno Zoroark!

 Zoroark e N

Zoroark e N

Ma prima di buttarci a capofitto in questa teoria, analizziamo in breve (per chi non se lo ricordasse) il personaggio di e il Pokémon Zoroark.

Natural Harmonia Gropius, questo il nome intero donato a N dal padre Ghecis, è un giovane ragazzo dai lunghi capelli verdi che vediamo per la prima volta nei succitati titoli di Quinta Generazione, e che possiede la peculiare capacità di comprendere i sentimenti dei Pokémon, il loro linguaggio e i loro pensieri. Il desiderio di N è quello di perseguire i suoi Ideali o la Verità (a seconda del gioco scelto) che si riflettono nella volontà di creare un mondo in cui Pokémon e umani vivano insieme in armonia, senza che i primi debbano essere rinchiusi nelle Pokéball e usati nei combattimenti. Per questo motivo N sembrerebbe essere al comando del Team Plasma, un’organizzazione attiva nella regione di Unima che dice di perseguire i suoi stessi obiettivi e cerca di convincere la gente a liberare i propri Pokémon dalla “prigionia” delle Pokéball.
Successivamente, durante la storia dei giochi, scopriamo che è Ghecis il vero boss del Team Plasma, che non è davvero il padre di N, e che quest’ultimo è cresciuto nei boschi in mezzo ai Pokémon ed è stato trovato e accudito dal primo quand’era un bambino.

Passiamo ora a Zoroark, il Pokémon Mutevolpe, di tipo Buio, introdotto nella Quinta generazione. La particolarità di questa Pokémon è sicuramente la sua capacità di trasformarsi a suo piacimento in Pokémon e persone, come visto nel film a lui dedicato, Il Re delle Illusioni – Zoroark, e spiegato nelle sue varie descrizioni Pokédex. Zoroark è uno dei Pokémon più rappresentativi della Quinta Generazione, in quanto primo Pokémon della sua generazione ad essere stato pubblicato (insieme a Zorua, la sua forma pre-evoluta), e Pokémon di spicco nella storia di Pokémon Bianco, Nero, Bianco 2 e Nero 2.

N e Pokémon

Un giovanissimo N insieme ai Pokémon che hanno badato a lui

Dopo aver fatto questa piccola digressione riguardante i soggetti in questione, cercherò di mettere a fuoco ed analizzare gli indizi che fanno supporre che N sia in realtà uno Zoroark trasformatosi in un essere umano:

1) N comunica, capisce, empatizza coi Pokémon;
N stesso ci comunica di questa sua peculiare abilità, che lo lega in maniera particolare ai Pokémon.

2) Zoroark possiede l’abilità (Illusione) di trasformarsi in essere umano e di parlarne il linguaggio;
Ciò viene dimostrato nel film, e in un avvenimento nel Bosco Smarrimento, nel quale una donna all’interno di una roulotte si rivela essere in realtà uno Zoroark trasformato.

3) N non ha una vera famiglia e dichiara di essere cresciuto nella natura in mezzo ai Pokémon;
L’affermazione di N che dice di essere cresciuto nel mondo animale (pokémonale?) potrebbe significare che è cresciuto nella natura con i Pokémon, in quanto Pokémon a sua volta! L’immagine qui sopra, mostra uno dei ricordi di N, riguardanti i Pokémon con cui è cresciuto (da notare la presenza di Zorua).

4) Nella traduzione inglese di Pokémon Bianco 2  e Nero 2 (purtroppo non riesco a procurarmi quella italiana) N usa due volta l’ambigua espressione “as a human” (come un umano).
Nel suo castello ci dice “this is the place where Anthea and Concordia took care of me as a human” (“questo è il posto in cui Anthea e Concordia si presero cura di me come un essere umano”), mentre durante la battaglia contro Ghecis dice “It’s the place that taught me how to live as a human” (” È il posto che mi ha insegnato a vivere come un umano”). Frasi che, ad una prima lettura, possono essere intese come sinonimi di “umanamente”, “dignitosamente”, ma una volta messa questa pulce nell’orecchio, ci fanno pensare ad altro…!

5) L’aspetto di N è simile a quello di Zoroark
I capelli arruffati e il codino di N ricordano la criniera di Zoroark. Anche gli occhi del ragazzo, completamente azzurri e privi (forse volutamente) di riflessi, ricordano quelli del Pokémon Mutevolpe.

6) La N utilizzata come nome proprio del personaggio, se ruotata di 90° verso sinistra, diventa una Z, l’iniziale di Zoroark.

7) Ideali e Verità, sono i temi portanti di Pokémon Bianco e Nero, e i due concetti si possono trovare in questa faccenda, in quanto l’Ideale che N sia un essere umano, si traduce nella Verità del suo essere invece un Pokémon.

8) In Pokémon Bianco 2 e Nero 2, una volta completata la storyline principale, ci verrà detto che uno Zoroark vagante è stato avvistato nella Via Vittoria. Andando ad investigare, Zoroark si farà inseguire, fino a condurci alle rovine del castello di N, per poi sparire giù per le scale. Scendendo quelle stesse scale però, anziché trovare Zoroark, troviamo nientedimeno che… N! Dopo quest’evento, non vedremo mai più Zoroark.

Detto ciò, quel che resta da capire è: se N è un Pokémon, perché si trova invischiato nei piani del Team Plasma? La risposta è presto detta: partendo dall’assunto che Ghecis conosca la vera identità di N, è presumibile che si sia preso gioco di lui e della sua buona fede di Pokémon, facendogli le stesse promesse ingannevoli che avrebbe fatto in futuro agli abitanti di Unima tramite il Team Plasma. Ghecis avrebbe promesso a Zoroark (N) un mondo in cui i Pokémon non avrebbero vissuto nelle Pokéball e non fossero stati costretti a combattere seguendo gli ordini degli esseri umani; avrebbe conquistato la sua fiducia accogliendolo nel suo palazzo e successivamente tramite l’incoronazione, avrebbe ottenuto l’aiuto del Pokémon e dei suoi puri sentimenti (Ideali/Verità) per poter risvegliare più facilmente gli antichi Zerkom e Reshiram e attuare il suo vero piano di conquista della regione di Unima.

Con questo, concludo il mio articolo! Che dire, io personalmente ci credo! La teoria, per quanto non confermata ufficialmente, è comunque molto accreditata, e le prove, soprattutto quelle dei punti 4 e 8, risultano davvero molto credibili! Voi che ne pensate? Fatemelo sapere, sempre se vi va, nei commenti.

A presto! 😉
GreatMik

Annunci