Archivi categoria: Approfondimenti

Qui verranno approfonditi alcuni argomenti riguardanti il mondo dei Pocket Monsters.

N è uno Zoroark?

Buon pomeriggio, miei cari e pochi (ma buoni!) lettori, e tanti auguri di buon anno! Dopo uno dei miei “N-simi” periodi di assenza, torno a scrivere su questo Pokéblog, dopo essere stato attirato da una teoria riguardante il personaggio di N.
Come avete potuto leggere nel titolo, la teoria in questione prova a dimostrare che N, uno dei personaggi più amati di Pokémon Nero, Pokémon Bianco e i loro rispettivi sequel, sia in realtà nientedimeno che uno Zoroark!

 Zoroark e N

Zoroark e N

Ma prima di buttarci a capofitto in questa teoria, analizziamo in breve (per chi non se lo ricordasse) il personaggio di e il Pokémon Zoroark.

Natural Harmonia Gropius, questo il nome intero donato a N dal padre Ghecis, è un giovane ragazzo dai lunghi capelli verdi che vediamo per la prima volta nei succitati titoli di Quinta Generazione, e che possiede la peculiare capacità di comprendere i sentimenti dei Pokémon, il loro linguaggio e i loro pensieri. Il desiderio di N è quello di perseguire i suoi Ideali o la Verità (a seconda del gioco scelto) che si riflettono nella volontà di creare un mondo in cui Pokémon e umani vivano insieme in armonia, senza che i primi debbano essere rinchiusi nelle Pokéball e usati nei combattimenti. Per questo motivo N sembrerebbe essere al comando del Team Plasma, un’organizzazione attiva nella regione di Unima che dice di perseguire i suoi stessi obiettivi e cerca di convincere la gente a liberare i propri Pokémon dalla “prigionia” delle Pokéball.
Successivamente, durante la storia dei giochi, scopriamo che è Ghecis il vero boss del Team Plasma, che non è davvero il padre di N, e che quest’ultimo è cresciuto nei boschi in mezzo ai Pokémon ed è stato trovato e accudito dal primo quand’era un bambino.

Passiamo ora a Zoroark, il Pokémon Mutevolpe, di tipo Buio, introdotto nella Quinta generazione. La particolarità di questa Pokémon è sicuramente la sua capacità di trasformarsi a suo piacimento in Pokémon e persone, come visto nel film a lui dedicato, Il Re delle Illusioni – Zoroark, e spiegato nelle sue varie descrizioni Pokédex. Zoroark è uno dei Pokémon più rappresentativi della Quinta Generazione, in quanto primo Pokémon della sua generazione ad essere stato pubblicato (insieme a Zorua, la sua forma pre-evoluta), e Pokémon di spicco nella storia di Pokémon Bianco, Nero, Bianco 2 e Nero 2.

N e Pokémon

Un giovanissimo N insieme ai Pokémon che hanno badato a lui

Dopo aver fatto questa piccola digressione riguardante i soggetti in questione, cercherò di mettere a fuoco ed analizzare gli indizi che fanno supporre che N sia in realtà uno Zoroark trasformatosi in un essere umano:

1) N comunica, capisce, empatizza coi Pokémon;
N stesso ci comunica di questa sua peculiare abilità, che lo lega in maniera particolare ai Pokémon.

2) Zoroark possiede l’abilità (Illusione) di trasformarsi in essere umano e di parlarne il linguaggio;
Ciò viene dimostrato nel film, e in un avvenimento nel Bosco Smarrimento, nel quale una donna all’interno di una roulotte si rivela essere in realtà uno Zoroark trasformato.

3) N non ha una vera famiglia e dichiara di essere cresciuto nella natura in mezzo ai Pokémon;
L’affermazione di N che dice di essere cresciuto nel mondo animale (pokémonale?) potrebbe significare che è cresciuto nella natura con i Pokémon, in quanto Pokémon a sua volta! L’immagine qui sopra, mostra uno dei ricordi di N, riguardanti i Pokémon con cui è cresciuto (da notare la presenza di Zorua).

4) Nella traduzione inglese di Pokémon Bianco 2  e Nero 2 (purtroppo non riesco a procurarmi quella italiana) N usa due volta l’ambigua espressione “as a human” (come un umano).
Nel suo castello ci dice “this is the place where Anthea and Concordia took care of me as a human” (“questo è il posto in cui Anthea e Concordia si presero cura di me come un essere umano”), mentre durante la battaglia contro Ghecis dice “It’s the place that taught me how to live as a human” (” È il posto che mi ha insegnato a vivere come un umano”). Frasi che, ad una prima lettura, possono essere intese come sinonimi di “umanamente”, “dignitosamente”, ma una volta messa questa pulce nell’orecchio, ci fanno pensare ad altro…!

5) L’aspetto di N è simile a quello di Zoroark
I capelli arruffati e il codino di N ricordano la criniera di Zoroark. Anche gli occhi del ragazzo, completamente azzurri e privi (forse volutamente) di riflessi, ricordano quelli del Pokémon Mutevolpe.

6) La N utilizzata come nome proprio del personaggio, se ruotata di 90° verso sinistra, diventa una Z, l’iniziale di Zoroark.

7) Ideali e Verità, sono i temi portanti di Pokémon Bianco e Nero, e i due concetti si possono trovare in questa faccenda, in quanto l’Ideale che N sia un essere umano, si traduce nella Verità del suo essere invece un Pokémon.

8) In Pokémon Bianco 2 e Nero 2, una volta completata la storyline principale, ci verrà detto che uno Zoroark vagante è stato avvistato nella Via Vittoria. Andando ad investigare, Zoroark si farà inseguire, fino a condurci alle rovine del castello di N, per poi sparire giù per le scale. Scendendo quelle stesse scale però, anziché trovare Zoroark, troviamo nientedimeno che… N! Dopo quest’evento, non vedremo mai più Zoroark.

Detto ciò, quel che resta da capire è: se N è un Pokémon, perché si trova invischiato nei piani del Team Plasma? La risposta è presto detta: partendo dall’assunto che Ghecis conosca la vera identità di N, è presumibile che si sia preso gioco di lui e della sua buona fede di Pokémon, facendogli le stesse promesse ingannevoli che avrebbe fatto in futuro agli abitanti di Unima tramite il Team Plasma. Ghecis avrebbe promesso a Zoroark (N) un mondo in cui i Pokémon non avrebbero vissuto nelle Pokéball e non fossero stati costretti a combattere seguendo gli ordini degli esseri umani; avrebbe conquistato la sua fiducia accogliendolo nel suo palazzo e successivamente tramite l’incoronazione, avrebbe ottenuto l’aiuto del Pokémon e dei suoi puri sentimenti (Ideali/Verità) per poter risvegliare più facilmente gli antichi Zerkom e Reshiram e attuare il suo vero piano di conquista della regione di Unima.

Con questo, concludo il mio articolo! Che dire, io personalmente ci credo! La teoria, per quanto non confermata ufficialmente, è comunque molto accreditata, e le prove, soprattutto quelle dei punti 4 e 8, risultano davvero molto credibili! Voi che ne pensate? Fatemelo sapere, sempre se vi va, nei commenti.

A presto! 😉
GreatMik

Annunci

Il nuovo tipo Fairy (Folletto)!

Salve a tutti! Rieccomi qui, a scrivere sul mio tanto adorato quanto abbandonato blog, per dirvi la mia sulla più grande (credo) novità introdotta nel mondo Pokémon con l’avvento delle versioni X e Y: il nuovo tipo Folletto!

fairies2

Flabébé, Sylveon e Xerneas, tre “fate” di Sesta Generazione

[Prima di cominciare a parlarne, vorrei fare un piccolo appunto sulla TERRIBILE traduzione italiana del termine Fairy. Ca**o, “Fairy” è palesemente “Fata”, così era intesa in giapponese e così è stato tradotto in TUTTE le lingue disponibili per X e Y. Mi spiegate ora perché in Italia questo tipo debba chiamarsi Folletto?! Ma che min**ia c’entra il Folletto con le Fate? Bah.
Che poi, a dirla tutta, il termine Fairy esisteva già come Gruppo Uovo, ed in Italia era stato molto poco discutibilmente tradotto col molto più pertinente “Magico“. Al limite, ma dico proprio al limite, non potevano riutilizzare quello?! No, Folletto. Cioè, FOLLETTO. Mah. Anyway, io ho deciso che continuerò a chiamarlo Fata, o Fairy, quindi non stupitevi se nell’articolo leggerete questi termini al posto di FOLLETTO.]

Chiusa la “piccola” parentesi parliamo un po’ di quel poco che si sa di questo nuovo tipo!
Il tipo Fata, che molti già avevano speculato nel periodo del “di che tipo è Sylveon?” sembra essere un tipo che copre quella serie di Pokémon dall’aspetto fatato, magico (e spesso rosa confetto), capaci di utilizzare alcune peculiari abilità che spaziano da un dolce canto assopente (Jigglypuff) alla totale condivisione di emozioni e sensazioni (Gardevoir). Dal poco che si sa, inoltre, è venuto fuori che il tipo Fata avrà super-efficacia contro il tipo Drago, e secondo alcuni rumors anche contro Buio e Lotta. Sarebbe inoltre – sempre ascoltando i rumors – debole a Veleno e Acciaio e causerebbe un danno dimezzato a Fuoco e Psico.

Come ho appena anticipato, Sylveon, la nuovissima evoluzione del Pokémon Eevee, è uno dei nuovi Pokémon appartenenti a questo tipo, insieme al piccolo Flabébé, il leggendario Xerneas e gli ultimi arrivati Spritzee e Swirlix, sebbene di loro si sappia ancora ben poco.
Ma la novità legata al tipo Fata, è che alcuni vecchi Pokémon verranno riclassificato sotto di esso, rendendoli così parzialmente o totalmente di quel tipo!
Jigglypuff, Marill e Gardevoir, sono già stati confermati rispettivamente Normale/Fata, Acqua/Fata e Psico/Fata.

Quello che mi andava di fare ora, era speculare sui possibili altri Pokémon che potranno subire un cambiamento di tipo con l’introduzione di Fata. Eccovi qui la mia lista e le mie motivazioni:

fairies

Cleffa, Clefairy e Clefable, presunti tipi Fata

Cleffa, Clefairy e Clefable

Questi tre Pokémon sono forse quelli che più di tutti sono riconducibili al mondo delle fate e della magia (Clefairy ha addirittura la parola -fairy nel nome!). Le loro descrizioni Pokédex parlano spesso di come siano stati visti compiere azioni magiche come raccogliere la luce della luna e saltellare sulla superficie dell’acqua. Inoltre si evolvono con l’ausilio di Pietralunare, e la luna sembra essere ricondotta a questo tipo, dal momento che uno dei nuovi attacchi di Fata rivelati è proprio Forza Lunare.
Personalmente non saprei dire se manterranno il tipo Normale (diventando così come Jigglypuff, Normale/Fata) oppure se cambieranno totalmente tipo diventando completamente di Fata. Inoltre è probabile, come succede spesso coi Baby, che sono di un tipo diverso – spesso Normale – rispetto alla loro catena evolutiva (vedi Azurill), che Cleffa non subisca alcuna variazione di tipo.

Igglybuff, Jigglypuff e Wigglytuff

Molto meno scontati dei primi tre, questi tre Pokémon sono candidati ad essere parzialmente di tipo Fata, dal momento che Jigglypuff ne è già stato confermato appartenente. Molto presumibilmente, dunque, anche Wigglytuff avrà l’aggiunta del tipo Fata ad accompagnare il suo vecchio tipo Normale, mentre per Igglybuff potrebbe verificarsi lo stesso fenomeno dei Baby di cui parlavo prima. Anche nell’evoluzione di Jigglypuff, così come in quella di Clefairy entra in gioco la Pietralunare.

Happiny, Chansey e Blissey

Il Pokémon simbolo dei Pokémon Center da Kanto a Sinnoh, Chansey, e le sue rispettive pre ed evoluzione, Happiny e Blissey, con i loro poteri magici di guarigione e le leggende che girano attorno al loro portar fortuna e felicità, sono dei grandi candidati alla riclassificazione sotto il tipo Fata. Anche qui entra in gioco il fattore Baby Pokémon per cui, probabilmente, solo Chansey e Blissey avranno l’aggiunta del secondo tipo, mentre Happiny potrebbe restare Normale.

Togepi, Togetic, Togekiss

Togepi a parte, i due Pokémon alati Togetic e Togekiss sono palesemente ricollegabili al mondo delle fate. Mentre Togekiss è più facilmente ricollegabile ad una colomba della pace (non a caso è a forma di uovo di Pasqua!), Togetic è palesemente un essere fatato, riconducibile alle silfidi, dei piccoli esseri fatati, spiriti elementali dell’aria (Togetic e Togekiss sono per metà di tipo Volante) che vivono pacificamente nei boschi. Essendo Pokémon con un doppio tipo, è presumibile che, nel momento in cui si decida di riclassificarli sotto il nuovo tipo, i due Pokémon diventino Fata/Volante (o Volante/Fata), anziché Normale/Volante, mentre Togepi potrebbe rimanere Normale, diventare solo Fata, o avere il doppio tipo Normale/Fata.

Azurill, Marill, Azumarill

Questi tre Pokémon, che personalmente non avrei mai collegato al tipo Fata, sono degni di menzione dal momento che lo stadio centrale della catena, Marill, è già stato confermato facente parte a questo tipo! Al precedente tipo Acqua, è stato aggiunto il nuovo tipo Fata, quindi, si presume che anche Azumarill sarà sottoposto a quest’aggiunta. Non è detto invece che anche Azurill acquisisca il tipo Fata per via del fatto che si tratti di un Baby Pokémon.
Una teoria a cui mi ha fatto pensare il mio amico Manny, è che invece Marill potrebbe ricevere un’evoluzione alternativa ad Azumarill. Qualora questa possibilità si rivelasse vera, la nuova evoluzione potrebbe essere di tipo Fata, o Acqua/Fata, consentendo così ad Azumarill di rimanere solamente d’Acqua.

Snubbull e Granbull

In questi due Pokémon, personalmente, non vedo nulla di fatato. Li ho inseriti nella lista per due motivi ben chiari: A) sono riconosciuti nel Pokédex come i Pokémon Fata, B) sono del Gruppo Uovo Magico (Fairy in inglese). Sinceramente non ho mai capito che diamine abbiano di fatato due pitbull incazzati (vestitino di Snubbul a parte), ma dal momento che la loro denominazione Pokédex è quella, credo proprio che rientreranno a far parte del nuovo tipo Fata!

fairies3

Manaphy, Jirachi e Celebi

Celebi

Nonostante sia già “dual-typed”, il Pokémon Psico/Erba Celebi, potrebbe benissimo perdere uno dei due tipi per favorire il nuovo arrivato. Personalmente credo che sarebbe più corretto lasciare il tipo Erba, visto il suo legame con le piante e far cadere Psico, facendolo diventare così Fata/Erba! L’aspetto di Celebi è molto fatato e follettoso (così sono contenti anche gli italian-fags) perciò lo vedo bene come Pokémon di tipo Fata!

Gardevoir

Gardevoir. Gardevoir è già stato confermato di tipo Fata, non c’è molto da aggiungere a parte il fatto che sia un tipo molto azzeccato. Ho scritto solo lui perché credo che Ralts e Kirlia, le sue pre-evoluzioni, rimangano unicamente di tipo Psico, cosìcché, evolvendosi, potrebbero diventare Psico/Fata se Gardevoir, o Psico/Lotta se Gallade.

Mawile

A Mawile, sinceramente parlando, non ci avrei mai pensato, se il famoso “leaker” di Pokébeach non mi avesse messo questa pulc… ehm… Joltik nell’orecchio! Secondo lui, che già tempo fa preannunciò il tipo Fairy, Mawile sarebbe stato uno dei candidati al nuovo tipo, diventando così Acciaio/Fata. Secondo me è molto probabile questa cosa, soprattutto perché credo che sia lui che Sableye riceveranno un’evoluzione in questi giochi, quindi non sarebbe male esplorare questa nuova combinazione di tipi!

Milotic, Castform, Chingling, Chimecho e Luvdisc

Ho messo questi Pokémon tutti nello stesso gruppo perché sono per me tra i più improbabili ma allo stesso tempo probabili. Milotic, be’, è una sirena, potrebbe essere considerato un essere fatato, Castform, Chingling e evo sono esserini magici e campanellosi e Luvdisc ha poteri magici che portano amore. Chissà.

Jirachi

Jirachi è un Pokémon dai poteri magici straordinari. È infatti capace di esaudire ogni desiderio proprio come un genio della lampada! Questa peculiarità, a mio avviso, lo rende un attimo candidato al tipo Fata, eliminando così lo scomodo e casuale tipo Acciaio, e facendo spazio al doppio tipo Fata/Psico!

Uxie, Mesprit e Azelf

Già nei loro nomi è racchiusa la loro “follettitudine”. Se davvero dev’esserci un Pokémon Folletto, nessuno è meglio candidabile di questi tre! I tre folletti sono, per il momento, solo di Psico, ergo l’aggiunta del tipo Fata sarebbe semplice e indolore! 😛

Cresselia

Cresselia, in inglese “the Lunar Pokémon” è un Pokémon magico e brillante che prende i suoi poteri direttamente dalla luna. Per questo motivo è facilmente riconducibile al tipo Fata, che, a quanto pare, è strettamente collegato al nostro argentato Satellite.

Phione e Manaphy

Essendo ispirati ai “sea angels” questi due piccoli esserini, protettori e guardiani dei mari, potrebbero ricevere come secondo tipo ad Acqua, il tipo Fata.

Munna e Musharna

Munna e Musharna sono Pokémon dalle abilità molto misteriose. Sono capaci infatti di esplorare e rendere tangibili i sogni di umani e Pokémon tramite l’utilizzo di un magico fumo rosa. Queste loro abilità speciali, il loro essere molto confettosi (Munna è rosa a fiori!) e il fatto che evolvano tramite l’utilizzo di Pietralunare, li rendono due possibili Psico/Fata.

Audino

Audino potrebbe essere ricollegato al tipo fata per le stesse motivazioni di Chansey. Anche lui ha poteri magici legati alla guarigione ed un aspetto molto – per utilizzare acnora un termine amato dalla Pokémon Company Italia – follettoso.

Chansey

#113 – Chansey

Molti altri Pokémon potrebbero essere collegati a questo nuovo tipo, ma ho deciso di non annoverarli per mancanza di argomentazioni forti. Parlo soprattutto di Skitty, Delcatty, Dunsparce, Buneary e Lopunny. I primi evolvono mediante l’utilizzo di Pietralunare, ma sono semplici gatti. Il secondo è un esserino leggendario con le ali da fatina e gli ultimi sono ispirati alla leggenda del coniglio della luna (non notate le somiglianze tra Lopunny e Sailor Moon?)

Con questo, chiudo quest’intervento, forse un po’ troppo lungo, ma di certo anche magico!
Va be’, prima che cominci a sparare altre minchiate, vi saluto! Ciao!

GreatMik

Una guerra nel Mondo Pokémon

Buongiorno a tutti miei cari lettori! L’argomento che voglio proporvi oggi, è una delle più particolari e delicate congetture inerenti il colorato, allegro e felice Mondo Pokémon, che tinge di nero la storia dei suoi abitanti: si parla della guerra (alla quale fa riferimento Lt. Surge prima di essere sfidato in Rosso, Blu, Verde, RossoFuoco e VerdeFoglia) che ci sarebbe stata nel Mondo Pokémon (probabilmente solo a Kanto) , poco prima degli avvenimenti della Prima Generazione.

Lt.Surge Pokémon

Lt. Surge ad alcuni dei suoi Pokémon elettrici

Questa peculiare teoria – che ricordo, non è altro che una mera congettura ipotizzata dal fandom – nasce dalla constatazione di una quasi totale assenza di uomini adulti nella Kanto della Prima Generazione. Se ricordiamo, infatti, la nostra primissima avventura in Rosso e Blu (oppure la nostra ri-avventura nei rispettivi remake), noteremo che nella regione di Kanto vi è un’alta concentrazione di donne, anziani e bambini (la mamma del giocatore, le infermiere, il vecchietto che ti insegna la cattura, il guardiano della Zona Safari, i vari Pigliamosche, Pupe e Bulli) e una grave mancanza di uomini adulti (i pochi presenti occupano posti istituzionali come Professori, Capipalestra o Super4).
La spiegazione sarebbe quindi quella che questi uomini adulti siano periti in una guerra, che potrebbe essere appunto quella di cui parla il Capopalestra Lt. Surge (non a caso si tratta di un tenente dell’esercito – Lt sta per lieutenant, tenente, appunto).
La celeberrima frase che pronuncia il tenente Surge (questa è presa da Rosso Fuoco e Verde Foglia) è la seguente:

“Ehi, tu! Cosa fai qui? Non ce la farai a vincere, puoi contarci! Devi sapere che i POKéMON elettrici mi hanno salvato in guerra! Hanno paralizzato i miei nemici! Proprio quello che succederà a te!”

Secret Mission

La carta Secret Mission nel set Gym Heroes

Una piccola chicca ci arriva dall’illustrazione della carta Secret Mission del set Gym Heroes (immagine qui sopra) in cui troviamo Lt.Surge e il suo Raichu appostati dietro alcuni massi, intenti a spiare con dei binocoli. Dietro di loro compare una mappa con dietro scritto “DEUT…N” che potrebbe ricordare la parola Deutschland (Germania in tedesco), e fare quindi riferimento alla Seconda Guerra Mondiale.

Dalla precedente frase enunciata dal Capopalestra di Aranciopoli, capiamo che la guerra che ha combattuto Lt. Surge comprendeva anche l’utilizzo dei Pokémon come alleati/armi da combattimento – e la cosa non è una novità nel Mondo Pokémon, visto che, come si vede nel film “Lucario e il mistero di Mew”, già in passato eserciti di Pokémon, con tanto di corazze, venivano utilizzati nella guerre.

Eserciti di Pokémon

Eserciti di Pokémon dal film “Lucario e il mistero di Mew”

Lotta tra Pokémon

Guerra tra Pokémon nel film “Lucario e il mistero di Mew”

Di guerre, nel Mondo Pokémon, sembrano essercene state parecchie quindi, e quella combattuta a Kanto sembrebbe essere l’ultima in ordine cronologico. La generazione di Rosso e Blu (e quindi Ash, Gary, e gli altri protagonisti dell’anime) sembrerebbe la prima a vivere in pace, e la storia di un conflitto bellico avvenuto poco prima il loro viaggio come allenatori spiegherebbe, tragicamente, anche l’assenza dei loro padri.

Vi ricordo, come sempre, che tutto ciò è solo una semplice congettura/ipotesi scaturita da un’attentissima (forse anche troppo) analisi sulla storia del Mondo Pokémon, e che quindi nulla di tutto ciò è neanche lontanamente confermato. 😉

Spero che l’articolo vi sia piciuto e attendo con ansia i vostri commenti a riguardo! A presto!

Mickey

Pokémon Spettro: spiriti di Pokémon defunti?

Buon pomeriggio a tutti voi, miei cari lettori e lettrici! Finalmente sono riuscito a completare l’articolo che vi avevo anticipato un po’ di tempo fa: un approfondimento sul tipo Spettro!
Questo articolo apre la categoria “Approfondimenti”, che si riempirà presto – spero – di articoli del genere.

spettri

Banette, Frillish, Drifloon, Dusclops, Gengar, Giratina e Shuppet

Ma ora passiamo a noi! Il tipo Spettro è senza dubbio uno tra i più misteriosi tipi di Pokémon (a fargli compagnia Psico e Buio): confusione e paralisi sono tra le conseguenze primarie causate da attacchi appartenenti a questo elemento. Al tipo Spettro appartengono perlopiù Pokémon dall’aspetto macabro e inquietante come Duskull e Gengar, Pokémon che amano vivere nell’ombra, nelle case abbandonate, nelle navi giacenti nel fondo del mare, nelle torri dei castelli più alti, nei cimiteri. Ma la domanda più grande, quella che ogni Pokéfan si è sempre posto, è senza dubbio la seguente: ma i Pokémon di tipo Spettro sono o non sono gli spiriti di Pokémon passati a miglior vita? Nei primi giochi di Pokémon, Pokémon Rosso e Pokémon Verde, ma anche nei successivi Rosso, Blu, Giallo, RossoFuoco e VerdeFoglia,  era possibile visitare la famosa Torre Pokémon, situata nella cittadina di Lavandonia, nella regione di Kanto, un edificio di sette piani adibito a cimitero per Pokémon. Prima che la torre venisse trasformata in una filiale della Torre Radio di Fiordoropoli, e le lapidi venissero spostate in un luogo poco conosciuto, sempre nei pressi di Lavandonia, al suo interno era potevano essere avvistati degli spettri. Tuttavia, non era possibile riconoscere questi Pokémon senza l’uso di uno strumento apposito, chiamato Spettrosonda. Senza tale strumento, infatti, i Pokémon selvatici che comparivano all’interno della torre avevano le sembianze di “comuni” fantasmi (anche se le sagome ricordavano molto sia Gastly che Haunter).

unrevealed phantoms

Pokémon della Torre senza Spettrosonda

Una volta ottenuta la Spettrosonda, gli spettri rivelavano la loro vera identità di Pokémon, ed infatti, si trattava dei succitati Gastly e Haunter. Questo ci farebbe pensare che, quindi, trovandosi all’interno di un cimitero, ed avendo bisogno di una sonda speciale per rivelarne l’ideantità, i due Pokémon siano veri e propri fantasmi. Tuttavia, un fatto che ci aiuta a capovolgere questa tesi è la classificazione Pokédex dei due spettri: entrambi sono classificati come Pokémon Gas, e la descrizione di Gastly, in particolare, ci dice addirittura che è formato al 95% da gas velenosi! Essendo fatti di gas, Gastly e Haunter sarebbero quindi dei Pokémon gassosi, che potrebbero non avere nulla a che fare con l’aldilà, e che quindi, non sarebbero gli spiriti dei Pokémon defunti, ma forme di vita a sé stanti.
A sostegno di questa teoria, sia i giochi citati in precedenza, che il manga, ci danno delle prove inconfutabili. Nei giochi infatti, abbiamo a che fare con gli spiriti di un Marowak e diversi Cubone uccisi dal Team Rocket che, pur essendo degli spiriti, non si trasformano in nessuno dei Pokémon Spettro da noi conosciuti, ma mantengono i loro aspetti naturali.
Anche nel manga, quando Red, il protagonista, entra nella Torre Pokémon e ha a che fare con Pokémon oramai defunti da tempo, essi mantengono le loro forme originali. Tuttavia c’è da precisare che quelli del manga non erano veri e propri spiriti, ma carcasse, veri e propri cadaveri, con tanto di decomposizione in itinere, dei Pokémon sotterrati nella Torre, “pilotati” da un Gastly dispettoso.

other ghosts

Alcune vignette del manga che ritraggono l'incontro di Red con i Pokémon-zombi

Avendo analizzato tutte queste prove, potremmo dunque arrivare a concludere dicendo che i Pokémon di tipo Spettro non sono gli spiriti dei Pokémon deceduti, in quanto questi ultimi, una volta passati a miglior vita, mantengono le loro forme originali, qualora dovessero ricomparire in veste di fantasmi.
Non c’è dubbio però, che i Pokémon di tipo Spettro posseggano delle abilità speciali riconducibili a quelle dei veri fantasmi: Misdreavus, per esempio, si diverte a spaventare le persone lanciando urli strazianti che ricordano la voce umana; Shuppet, vaga nella notte alla ricerca di cattivi sentimenti, come vendetta, invidia e risentimento, dei quali si nutre; lo stesso Gastly, nell’anime afferma di poter visitare a suo piacimento l’aldilà e Litwick, ha il compito di far luce alle anime che compiono la transizione dal regno dei vivi a quello dei morti; senza contare che tutti hanno l’abilità di passare tra i muri e di sparire nel nulla.
La caratteristica del cibarsi di cattivi sentimenti, pensieri o sogni, accomuna molti Pokémon di tipo Spettro. Alcuni di loro sono addirittura nati da azioni cattive o eventi nefasti. Banette per esempio,  era un pupazzo buttato via con disprezzo dal suo piccolo padrone, che prese vita animato dal rancore nei suoi confronti; o Yamask, che si dice sia lo spirito di un essere umano, rimasto incastonato in una maschera.
Il motivo per cui i Pokémon di tipo Spettro si aggirano per luoghi tristi e lugubri, potrebbe essere quindi proprio quello del nutrimento: essendo dei Pokémon che si cibano di pensieri tristi e amari, quale miglior posto per trovarne se non un cimitero o una vecchia villa abbandonata?
A conclusione di tutto, possiamo affermare, con certezza quasi matematica, che i Pokémon di tipo spettro non sono spiriti deceduti, bensì esseri viventi con abilità e caratteristiche simili a quelle di fantasmi, poltergeist, goblin, demoni e simili, sempre in cerca di emozioni negative, d’aspetto solitamente tetro e con una personalità perlopiù dispettosa.

Spero che l’articolo vi sia piaciuto! Attendo con ansia i vostri commenti!
Greatmickey